Le tre escursioni estive da fare a Campitello Matese

Siete amanti della natura? Se volete riscoprire uno stretto contatto con la natura non potete certamente farvi mancare dei percorsi di trekking e delle lunghe passeggiate nel Matese. In questa località così bella e particolare, troverete dei percorsi davvero suggestivi. Infatti, a Campitello Matese potrete seguire degli itinerari caratteristici, unici nel loro genere, che vi daranno l’occasione di trovare tutto ciò che desiderate da una vacanza a stretto contatto con la natura. In questa zona, i percorsi escursionistici sono davvero numerosi, ma abbiamo selezionato tre di questi, in modo da darvi un’idea in merito a come iniziare la vostra vacanza in una zona così particolare del Molise. Questo territorio, ancora non è conosciuto da tutti nel pieno del suo splendore. Scopriamo insieme quali sono i migliori percorsi estivi da fare a Campitello Matese e perché vale la pena scoprire questa località che, sotto l’aspetto naturalistico e non solo, ha tanto da offrire.

1 – L’itinerario La Gallinola

Se vi state chiedendo qual è uno dei tre più bei percorsi estivi da fare a Campitello Matese, sicuramente l’itinerario La Gallinola va annoverato nell’elenco. Parliamo di un percorso escursionistico adatto soprattutto per esperti. Tale sentiero è lungo circa 4 km e prevede un dislivello di 485 metri. Per farlo, dovete prevedere un tempo di percorrenza di 3 ore e 30 minuti, mentre invece, servono circa due ore per il ritorno. Questo percorso si articola su zone molto eterogenee, che partono dal Pianoro di Campitello. Si va verso la Sella del Perrone, poi si procede fino a salire in direzione Sud Est. Si arriva fino alla vetta de La Gallinola, ovvero a quota 1930 metri sul livello del mare. Qui, la roccia è calcarea e non ci sono né alberi e né, tanto meno, punti d’acqua. La vista è davvero molto rilassante e vale sicuramente la pena una visita. Prima di partire all’avventura per questa percorso escursionistico, ricordate di equipaggiarvi di tutto quello di cui avete bisogno. Partite senza sforzarvi troppo e con tutta la calma necessaria. L’estate è il periodo ideale per realizzare tale percorso. Per una questione climatica, potrete accedere a quest’area senza patire il freddo e senza trovarvi a dover fronteggiare condizioni avverse.

2 – L’itinerario Campo dell’Arco

Un altro percorso estivo di trekking tra i più belli di Campitello Matese è l’itinerario Campo dell’Arco. Parliamo di un itinerario della lunghezza di 4320 metri, che presenta un dislivello di 250 metri circa. Il tempo percorrenza di tale sentiero è di più di 3 ore, mentre per il ritorno dovete calcolare circa 2 ore e mezza. Da Campitello Matese si va verso il Pianoro sul versante Nord Est della montagna del Miletto. Poi si procede in direzione Sud Est con una parte che non è tracciata. Si tratta soprattutto di prateria. Dopo circa un chilometro e mezzo si arriva alla sorgente Capo d’Acqua che si trova nel Vallone sottostante. Da qui, si raggiunge la Sella del Perrone, con un tratto in salita fino ad arrivare a Colle del Monaco. Tale sentiero si incrocia con la dorsale che da Monte Miletto porta a La Gallinola. Il percorso arriva a un arco naturale davvero molto suggestivo, che ha dato il nome all’intero percorso e a tutta la zona. Questa formazione rocciosa vi stupirà: vale la pena vederla rispetto a tutto il cammino fatto. Tale tipo di percorso è ideale per coloro che sono degli escursionisti di medio livello. Una delle particolarità di tale tratto sta nel fatto che comunque si trova una sul sentiero una sorgente d’acqua. Inoltre, poi è anche molto importante riuscire a scoprire tutta la bellezza di questo arco naturale che ha una conformazione particolare: vale, senza ombra di dubbio, un selfie ricordo.

3 – L’itinerario Monte Miletto

Un altro itinerario sicuramente da non perdere per coloro che vogliono scoprire la bellezza del territorio di Campitello Matese nella stagione estiva è l’itinerario Monte Miletto. Parliamo di un percorso lungo 3150 metri e che presenta un dislivello di circa 605 metri. Per realizzarlo servono due ore e 10 minuti di percorrenza, mentre sono necessari 30 minuti circa per il ritorno. Si parte della seggiovia Del Caprio in direzione Sud Est. Poi, si deve arrivare alla pista di Cristallo, salire per circa 400 metri e dopo, seguire la pista indicata. C’è un bosco molto fitto qui, che conduce in una zona quasi pianeggiante. Si arriva sulla pista Lupo Grigio che è inclusa nella Cresta Plattner. Proprio in questa zona, si raggiunge il crinale. Dalla sommità della vetta del Monte Miletto si potrà scoprire una vista davvero “togli fiato”. Il dislivello è abbastanza elevato, però allo stesso tempo, si tratta di un percorso segnalato passo dopo passo. È ideale soprattutto per coloro che sono degli escursionisti di medio livello. Scoprirlo, vi farà godere di un contatto con la natura strepitoso che vale assolutamente la pena provare. Il percorso, ricordate, è consigliabile soprattutto per chi è abbastanza allenato e quindi, non vuole rischiare.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *