Trekking a La Gallinola, sentieri e percorsi

trekking

All’interno del massiccio del Matese, vale la pena scoprire una delle vette più importanti che è La Gallinola. Con i suoi 1923 metri di altezza è una delle montagne più alte della Campania. Ha un ambiente prevalentemente carsico, quindi ha un manto erboso persistente senza piante a largo fusto. Questa particolare vetta è molto amata da coloro che adorano la montagna, in quanto si tratta di un paesaggio suggestivo e particolare. La Gallinola è situata a cavallo tra Molise e Campania, gode di un bellissimo panorama, soprattutto nelle giornate limpide. Da qui si possono vedere due mari, ovvero sia l’Adriatico che il Tirreno. Per accedere a la Gallinola, è possibile percorrere più strade ma una di quelle più comode è quella che parte da Piano della Corte. In realtà, vi sono tantissimi sentieri e percorsi che chi è appassionato di trekking può fare, soprattutto se vuole ristabilire un vero contatto con la natura. Scopriamo insieme quali sono i sentieri e gli itinerari trekking a La Gallinola e quali sono quelli più affascinanti.

I percorsi di trekking a La Gallinola

Se volete scoprire i sentieri di trekking a La Gallinola, ne avrete per tutti i gusti. Innanzitutto, c’è da sottolineare che si tratta di una vetta abbastanza alta che è possibile percorrere soprattutto se siete degli escursionisti esperti. Parliamo di un percorso che supera i 4 km di lunghezza. Potete percorrerlo concedendovi un tempo almeno di 3 ore e mezza all’andata e circa due ore per il ritorno. Parliamo di un sentiero che si articola su zone senza toponomastica e parte dal Pianoro di Campitello. Per iniziare questo sentiero di trekking si segue la strada che porta a Sella del Perrone. Dopo circa 2 km si arriva a quota 1550 metri. Sulla destra c’è un sentiero che sale in direzione Sud Est. Vi sono sia segni bianchi che rossi, che vanno a indicare tutto il percorso. Fino alla vetta, avete tutte le indicazioni di cui avete bisogno. La vetta è alta 1930 metri e sarà possibile assistere a un terreno carsico con una roccia calcarea. Non ci sono né punti d’acqua, nè alberi. La visuale è davvero bellissima. Inoltre, se siete amanti della natura, sicuramente vi farà piacere trascorrere un po’ di tempo in attività come il birdwatching. Invece, in inverno potete optare per una ciaspolata oppure per un bel fuori pista, snowboard o sci.

La natura nei sentieri de’ La Gallinola

Partire alla scoperta del contatto con la natura a La Gallinola, di certo potete trovare tantissime cose da vedere. Nelle giornate soleggiate, potete vedere tantissimi rapaci che sono a caccia di prede e volteggiano nell’aria. In questa zona vi è anche l’aquila reale. Verso fine estate si può anche vedere tra i prati la lavanda selvatica che regala all’intero territorio un odore intenso. Ebbene, la particolarità di questo di questo monte sta proprio in questo, ovvero quello di riuscire a cogliere tutti i suoi aspetti, gli odori e i sapori.

Altri sentieri di trekking a La Gallinola

Tra gli altri sentieri trekking vale la pena seguire a la Gallinola vi è anche quello che si dirige verso il Monte Miletto. Infatti, parliamo di un percorso abbastanza difficile, di circa 18 km che ha un dislivello positivo di circa 1259 metri. Tale sentiero raggiunge un’altitudine di 2000 metri ed è talvolta abbastanza difficile da percorrere. Questo percorso è però davvero suggestivo e vi regalerà un punto di vista sulla natura unica del massiccio del Matese. Vale anche la pena seguire il percorso CAI chiamato “traversata deLa Gallinola”. Il sentiero parte dal Piano della Corte a 1620 metri di altitudine. Si va nel centro del Pianoro, in direzione ovest fino ad arrivare alla salita Nord Ovest, seguendo il sentiero 100 DM. Si raggiunge la vetta dopo aver attraversato dei piccoli pianori. Si può ammirare da questa parte il lago del Matese, varie vette della catena e inoltre, si può anche vedere il Monte Miletto. Si è la giornata è particolarmente limpida potete guardare fino al golfo di Napoli e lanciare addirittura uno sguardo verso le isole di Capri e Ischia. Il panorama vi lascerà tutti senza fiato. Lasciata la vetta, potete proseguire scendendo per un lungo canale e comunque fino a dirigersi verso il pianoro, superando la strada asfaltata verso Sella del Perrone. Arriverete alla cresta delle tre finestre a un’altezza di 1736 metri sul livello del mare con una vista sottostante sulla Vallata del Biferno e sul piano di Bojano. In direzione opposta si trovano i bellissimi e caratteristici strapiombi rocciosi del versante Nord de la Gallinola. Ve ne saranno davvero delle belle da ammirare per chi ama la natura. Insomma, se siete dei trekker professionisti o semplicemente persone che amano passeggiare all’aria aperta e nella natura, non potete certo fare a meno di visitare questo posto ed esplorarlo. Non ve ne pentirete!

 

 

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *